Gran Fondo Edita Pucinskaite, Severi: «Vogliamo diventare il simbolo della ripartenza»

Appuntamento confermato con la Gran Fondo Edita Pucinskaite, il 20 giugno a Pistoia (foto: Gran Fondo Edita Pucinskaite)

La verticalità è anche e soprattutto fatica, quella che ti costringe ad avere il fiato corto per raggiungere una qualche meta, il proprio centro spirituale. La Gran Fondo Edita Pucinskaite porta il nome di una grandissima campionessa del ciclismo che, tra i tanti successi della sua magnifica carriera, ha collezionato anche due trionfi al Giro d’Italia (2006 e 2007), un Tour de France (1998) e il titolo iridato a Verona nel 1999. A Pistoia la Gran Fondo Edita Pucinskaite organizzata dall’AVIS Bike Pistoia, rappresenta ormai un evento cult e Giuseppe Severi racconta a quicicloturismo.it l’originalità di un progetto che va avanti da oltre un decennio ed è inserito tra le prove della Nalini Road Series.

«Noi per ora stiamo confermando – afferma SeveriLe restrizioni per il Covid ci mettono in condizione di decidere entro la fine del mese di aprile, in tutti i modi, perché dopo non abbiamo il tempo di poterla organizzare. Abbiamo richiesto tutti i permessi e chiaramente tutte le autorità non si stanno bilanciando. Per ora andiamo avanti. I tempi ci sono, perché mancano due mesi e l’organizzare può essere curata sotto ogni minimo dettaglio».

Gioco di squadra con il territorio

«C’è la massima disponibilità da parte delle Amministrazioni e della città di Pistoia. Anche loro però sono in una condizione di incertezza. Hanno dato comunque in varie occasioni la loro ampia disponibilità e la sponsorship, perché anche loro tengono molto all’evento che dà prestigio alla città. Quest’anno tra l’altro c’è anche l’Anno Iacobeo, una manifestazione importante non solo per il cicloturismo: per chi cammina infatti c’è tutta una rete di sentieri e Pistoia si aspettava un turismo anche di questo modello e slow. Essere in questa situazione ci complica un po’ la vita. Speriamo che con le vaccinazioni vada meglio, ci piacerebbe essere tra i primi a riniziare».

Gran Fondo Edita Pucinskaite: i percorsi

Severi ci illustra anche i diversi percorsi proposti dal carnet della gara pistoiese: «I percorsi sono tre: uno lungo sui 125 chilometri che arriverà fino all’Abetone, uno dei GPM più importanti della zona. I partecipanti si godranno i panorami dell’Appennino pistoiese perché sinceramente è molto bello e fresco: saremo al 20 di giugno farà caldo e darà sollievo passare tra i faggi, in mezzo a queste faggete meravigliose. Percorso medio di 80 chilometri e uno cicloturistico di 60 chilometri con un dislivello di circa seicento metri nella zona della bassa collina pistoiese».

Cronoscalate

In chiusura la presentazione delle cronoscalate e il punto sugli iscritti: «Le cronoscalate saranno cronometrate dal provider dei tempi. Verrà fornito a tutti un tagliandino con un chip e tutti verranno cronometrati sulla salita “Le Piastre” di circa nove chilometri. E poi un tratto più breve “Spignana”: due chilometri intensi, con punte del 12% che sicuramente saranno molto interessanti».

Gran Fondo Edita Pucinskaite: gli iscritti

E sugli iscritti Severi è ottimista: «Le iscrizioni stanno andando bene, siamo una prova della Nalini Road Series. Le iscrizioni vanno avanti, aspettiamo tutti per ripartire nella seconda parte dell’anno per dare il là al movimento. Per i diversimenti abili l’iscrizione è gratuita, verranno accolti con tutti gli onori».