Scatta a San Luca il Circuito Santuari Emilia-Romagna, ed è subito boom

Il primo weekend è stato da record nonostante la pioggia. Handbike presenti
Tempo di lettura: 2 minuti

Nonostante la pioggia, che doveva cadere nel pomeriggio, ed invece è caduta sopra Bologna, leggera, gentile, romantica, ma come sempre bagnata, sono stati tanti i ciclisti a raggiungere San Luca per l’apertura del Circuito Santuari Emilia-Romagna, con il sorriso sulle labbra. In pace, in vera pace. Hanno riempito San Luca e hanno spazzolato via le raviole fatte da Mara, la moglie di Loredano Comastri, ciclista ucciso sulla strada lo scorso dicembre, che con il figlio Andre ha offerto il ristoro.

Le raviole di Mara Comastri uno dei punti di interesse della prima giornata

I numeri dicono che tanti sono già andati in giro a conquistare Santuari come se il Circuito finisse domani e invece questo è solo il primo weekend dell’evento che finirà a fine ottobre. Quasi 600 visite registrate tra sabato e domenica, con più di 60 Santuari visitati solo il primo giorno, con un meteo non proprio favorevole.

A San Luca, via Casaglia sono saliti anche i ragazzi in Hand Bike, una delle novità del Circuito 2024, per non escludere nessuno.
In diversi hanno partecipato alla Messa in ricordo di Loredano, Michele, Giovanni, Matteo, Mauro, Davide, tutti ciclisti morti, uccisi sulle strade italiane.

Il Circuito Santuari dell’Emilia Romagna è uno degli eventi Pre Tour de France della città di arrivo della seconda tappa, Bologna. E sabato su per le Orfanelle si è già assistito ad un tifo da Tour.

Orietta è voluta salire dalla salita simbolo di Bologna perché delle Orfanelle lei aveva un po’ di paura e perché le Orfanelle sono una delle sei cronoscalate del Circuito 2024. Orietta i tornanti li ha fatti bene, benissimo, ha avuto una piccola crisi a metà drittone delle Orfanelle, ha messo il piede a terra ed è rimasta immobile. Poi è ripartita, ha riagganciato il pedale nel pezzo più duro ed è ripartita. È ripartita, lenta, implacabile, dei ragazzi che salivano a piedi l’hanno notata, e sono esplosi in un tifo da grande giro, urlavano, si sgolavano, e soprattutto, correvano, come da anni non lo facevano. Solo per Ori, solo per Orietta, che a quel punto, vestita di giallo (fluo), il piede a terra non lo metteva più e conquistava San Luca.

Dieci minuti dopo, i ragazzi turisti per caso, scendevano al ristoro per una foto con Orietta. È iniziato il Circuito, sono iniziati gli eventi Pre Tour della Città di Bologna.