Milano arriva prima: stop ai mezzi pesanti senza sensori salva-ciclisti

In molti Paesi europei il "metro e mezzo" di distanza in fase di sorpasso è già legge
Tempo di lettura: < 1 minuto

A Milano dal primo ottobre di quest’anno i camion oltre le 12 tonnellate e gli autobus con più di 8 posti a sedere e massa superiore a 5 tonnellate dovranno essere dotati di sensori o dispositivi anti-angolo cieco per accedere all’Area B. Fino al 31 dicembre 2024, è concesso un periodo di deroga per coloro che hanno già ordinato i dispositivi.

Questa misura mira a ridurre gli incidenti provocati da chi guida mezzi pesanti a danno di ciclisti e pedoni. Milano è la prima città italiana a introdurre tale requisito di sicurezza.

Parallelamente, l’accesso all’Area C subirà un aumento della tariffa da 5 a 7,50 euro a partire dal 30 ottobre 2023. L’obiettivo di Milano è dunque quello di ridurre il numero di auto in circolazione, una misura che può contribuire a promuovere la mobilità sostenibile.