Maratona delle Dolomiti, Campagnolo ci mostra tutte le sue novità

Campagnolo
Lo stand Campagnolo alla Maratona delle Dolomiti
Tempo di lettura: < 1 minuto

Alla Maratona delle Dolomiti non poteva assolutamente mancare lo stand di Campagnolo con tutte le ultime novità del brand. Avvicinandoci curiosi ai prodotti esposti, l’occhio è caduto ovviamente sulla Pinarello tutta equipaggiata Campagnolo, dalle ruote al gruppo fino all’impianto frenante. Ci siamo fatti raccontare tutto!

Partiamo ovviamente dal gruppo wireless Super Record che al Maratona Village è stato proposto in una configurazione specifica per affrontare al meglio la corsa di domenica. Troviamo un 45-29 all’anteriore e 10-29 al posteriore, salti da una corona all’altra estremamente ravvicinati, mai superiori ai tre denti, così da avere un’estrema morbidezza nella transazione e non incappare nel cosiddetto “buco” sulle gambe.

L’autonomia della batteria del gruppo wireless è di 750 chilometri con un utilizzo da atleta professionista, ma può arrivare anche a 1.000 chilometri nel caso dei ciclisti di tutti i giorni. Nella guarnitura troviamo anche il power meter che legge i dati con estrema precisione grazie ai 16 estensimetri sullo spider, collegati elettricamente tra di loro. L’output è una media delle singole sedici letture. Il giroscopio registra invece la rotazione ogni cinque millisecondi.

Troviamo poi le ruote Bora Ultra WTO con profilo da 45 millimetri e canale interno da 23 millimetri, perfetti dunque per coperture da 28 millimetri. La nuova configurazione sul naso e sul profilo laterale hanno permesso di incrementare ulteriormente la resa aerodinamica, ma soprattutto hanno migliorato estremamente la fluidità di guida.

Si tratta di ruote molto leggere che fermano l’ago della bilancia a 1.325 grammi anche grazie al mozzo in carbonio, i cuscinetti in ceramica top di gamma e i 21 raggi con nippli nascosti facili da manutenere. Questo e molto altro allo stand Campagnolo alla Maratona delle Dolomiti!