SUZUKI BIKE DAY 2023 / La maglia rosa di Roglic (autografata) all’asta. Quando ciclismo e solidarietà si fondono

Tempo di lettura: 2 minuti

A volte basta una chiacchierata per far partire la macchina della solidarietà. A dirlo è Antonio Ussia, Consigliere comunale di Imola con una spiccata passione per il ciclismo. Antonio, che è anche fondatore dell’associazione NeverGiveUp, attiva per la prevenzione delle patologie cardiovascolari con l’acquisto di defibrillatori per associazioni sportive e scuole del territorio, ha negli ultimi anni organizzato diverse aste benefiche, unendo il suo grande interesse per il ciclismo ad una nobile causa. Tutto è partito da una chiacchierata con Filippo Baroncini, ciclista originario della vicina Massa Lombarda e Campione del Mondo Under-23 nel 2021, oggi alla Lidl-Trek.

METTERE INSIEME UNA PASSIONE PER AIUTARE L’EMILIA-ROMAGNA

 «Insieme ad Alessandro Brusa, meccanico dell’InEmilia-Romagna Cycling Team, a Davide Cassani e Alessandra Fior, abbiamo pensato di dare un contributo concreto alle nostre zone, in particolare l’obiettivo è di mettere all’asta maglie e kit da ciclismo di importanti corridori e destinare l’intero ricavato al Comune di Sant’Agata sul Santerno, una delle aree più colpite dall’alluvione, per la ricostruzione della scuola e della biblioteca di quello che è stato un paese completamente sommerso dall’acqua», spiega Ussia.

Grazie all’Associazione Bof e a un grande lavoro di squadra ad oggi sono già stati raccolti 17 oggetti, che faranno parte dell’asta che partirà lunedì 10 luglio sulla piattaforma Charitystars ed avrà una durata di due settimane.

LA RISPOSTA DEI TEAM E DEGLI ATLETI

«Quello che mi ha colpito maggiormente è lo spirito di solidarietà che accomuna tutto il mondo del ciclismo; grazie alla disponibilità di Baroncini, Cassani, Fior e di tutti i team e corridori che hanno voluto darci una mano avremo dei pezzi davvero importanti e questo per noi è bellissimo». Tra gli oggetti dell’asta spiccano la maglia rosa autografata da Roglic, la maglia in edizione limitata del Giro d’Italia 2023 donata da Bettiol, il kit della Trek di Filippo Baroncini. «Tutti i team sono stati davvero disponibili, post Tour de France contiamo anche di ricevere la maglia autografata da Tadej Pogacar», aggiunge Ussia. E ancora: «Tutto questo è nato dalla volontà di fare qualcosa insieme ed ognuno di noi ha dato il suo contributo, Baroncini, Brusa, Cassani e soprattutto Alessandra Fior durante il Giro li devo ringraziare per l’aiuto a reperire il materiale dell’asta».

E SABATO TUTTI AL SUZUKI BIKE DAY…

Un’iniziativa di solidarietà, dunque, che si aggiunge alla giornata di sabato 8 luglio del Suzuki Bike Day all’Autodromo Enzo e Dino Ferrari. Quest’anno Suzuki donerà un importo pari a quello raccolto con le iscrizioni all’evento alla regione Emilia-Romagna per dare il proprio contributo alle popolazioni alluvionate. «Ci saremo io, Davide Cassani, Filippo Baroncini, insieme a tanti altri grandi del ciclismo e non solo. Vi aspettiamo sabato a Imola per una giornata che tra sport, bici e solidarietà quest’anno assume una valenza ancora più importante. I partecipanti? L’anno scorso fu un grande successo con oltre 1800 iscritti, ma quest’anno sono convinto che supereremo quota 2000», conclude Ussia