Gran Fondo Alassio: il 24 ottobre, parola d’ordine “Sicurezza”

La Gran Fondo di Alassio è uno dei grandi appuntamenti organizzati da Vittorio Mevio: qui, uno scatto d'archivio, per un'edizione 2021 incentrata sulla sicurezza
Tempo di lettura: 2 minuti

Sarà la “sicurezza” la parola d’ordine dell’ottava edizione della Gran Fondo Alassio che si svolgerà il prossimo 24 ottobre.

In cabina di regia, come sempre, il Gs Alpi che – anche alla luce degli ultimi drammatici episodi avvenuti nel territorio ligure – intende tranquillizzare tutti gli appassionati di ciclismo, ribadendo “il suo incondizionato impegno sul fronte della sicurezza”.

Gran Fondo Alassio: Vittorio Mevio punta tutto sulla sicurezza

Parlano per noi le decine di corse che abbiamo organizzato in questi anni – spiega Vittorio Meviodove, al di là di qualche inevitabile episodio legato alla fatalità, non abbiamo mai registrato gravi incidenti. La sicurezza è sempre stato il tratto distintivo delle nostre manifestazioni e anche la Gran Fondo di Alassio sarà organizzata nel pieno rispetto di tutti i protocolli, pensando in primis all’incolumità dei nostri ciclisti”.

Intanto, già da diverse settimane si è rimessa in moto la grande macchina organizzativa di una manifestazione che, come sempre, racchiude alcuni “plus” di formidabile richiamo. In primis, uno scenario bellissimo (quello della Riviera ligure di Ponente) e una città come quella di Alassio, che ben si presta ad accogliere ogni tipo di turista.
Il percorso ricalcherà quello tradizionale delle passate edizioni con lo spettacolare arrivo collocato al Santuario di Madonna della Guardia, il più importante santuario mariano della Liguria e uno dei più importanti d’Italia.

Edificato sulla vetta del Monte Figogna (a 804 metri di altitudine), è situato nel territorio del Comune di Ceranesi, a circa 20 chilometri da Genova. Il santuario è così chiamato poiché il monte sul quale sorge era nell’antichità un prezioso punto strategico per l’osservazione di navi o di eserciti nemici.

Sulla terrazza antistante il santuario è situato un punto panoramico dal quale, nelle giornate limpide, si può ammirare il panorama sulla sottostante città di Genova con un raggio che si apre sulle riviere di Ponente e di Levante.

Sul sito ufficiale della manifestazione, www.granfondoalassio.it, è possibile scaricare le tracce GPS, consultare le convenzioni alberghiere e, soprattutto, iscriversi alla gara.