Alberto Contador “stregato” dal Tour des Stations: «Troppo dura, ma ci riproverò»

Alberto Contador in azione al Tourd es Stations
Tempo di lettura: 2 minuti

La quarta edizione del Tour des Stations è andata in scena sabato 6 agosto Châble a Verbier in Svizzera nel Canton Vallese. La particolarità di questa massacrante prova è che si sviluppa su un tracciato di 242 chilometri con 8.848 metri di dislivello (pari all’altezza dell’Everest). Il primo a tagliare il traguardo è stato Addy Raphael in 9 ore e 27 minuti. A causa delle avverse condizioni meteo, solo 34 atleti hanno completato il tracciato più lungo. Tra i presenti c’era anche niente meno che Alberto Contador. Il Pistolero, però ha dovuto gettare la spugna e arrendersi dopo “soli” 170 chilometri e 6.000 metri di dislivello.

La gara, che non tutti i concorrenti hanno avuto la possibilità di terminare arrivando a Verbier, a causa delle avverse condizioni meteo, è stata vinta da Addy Raphael in 9 ore e 27 minuti, mentre al secondo posto si è piazzato l’ex Pro svizzero Steve Morabito, classe 1983 di Monthey, campione nazionale elvetico nel 2018 ritiratosi nel 2019 dopo l’ultima stagione corsa con la Groupama-FDJ.

Troppo dura per me” dirà all’arrivo il campione spagnolo. E così, da quest’anno, questa gara sarà ricordata come colei che è riuscita a disarmare un plurivincitore di corse a tappe, colui che ballava sui pedali appena la strada si impennava.

«È stata una giornata pazzesca. Non ero preparato. Mi allenerò meglio e l’anno prossimo tornerò per fare bene».

Alberto Contador

Quindi, Alberto Contador ha già annunciato la sua partecipazione al 2022. Il Tour des Stations punta a diventare il nuovo evento di riferimento d’Europa che ora è dominato da Maratona dles Dolomites e Oetztaler Radmarathon. Ce la farà? Lo scopriremo solo con il tempo. Ma il fatto che interessi ad atleti del calibro di Alberto Contador è un buon inizio…