Valle Peligna, l’unione fa la forza! Accordo raggiunto tra Santacroce e Pavind

In Abruzzo primo importante accordo in Valle Peligna tra Santacroce, società che si rivolge alle ragazze e Pavind impegnata con i ragazzi (foto: Santacroce)

In Abruzzo primo importante accordo in Valle Peligna tra Santacroce, società che si rivolge alle ragazze e Pavind impegnata con i ragazzi. Dalla comune passione per il ciclismo lo slancio per avvicinare i giovani allo sport, intraprendere un percorso d’informazione nelle scuole e creare nella Regione iniziative che vadano #Oltrelosport. L’iniziativa non è nuova però va accolta con piacere, perché dietro ai buoni propositi c’è la volontà di proporre un’idea concreta.

La storia di questa Pasqua nasce e si sviluppa nella Valle Peligna, in Abruzzo, dove sono attive due società: Santacroce impegnata nel ciclismo femminile; Pavind in quello maschile. Due tra i principali traguardi ai quali ambiscono due società ciclistiche sono la promozione della pratica sportiva e la costituzione di una rete tra le associazioni sportive, non necessariamente ciclistiche. Non a caso hanno chiamato #Oltrelosport la loro avventura.

Valle Peligna: le voci dei presidenti della Santacroce e della Pavind

Mariadora Santacroce, presidente della Santacroce Bike Team, ci ha detto: “Siamo entusiaste di intraprendere questo progetto di collaborazione. Ognuno di noi, unendo le proprie esperienze, può contribuire ad accrescere il valore sociale dello sport che rappresenta uno straordinario catalizzatore di valori universali positivi”.

Giovanni Salerno, presidente della Pavind Bike Team, la segue… a ruota: “Nuove e diverse prospettive ridanno entusiasmo. Unire le forze offre vantaggi a tutti, a cominciare dai ragazzi affinché in loro nasca la voglia di confrontarsi anche negli scenari più stimolanti dell’agonismo”.

Ci piace sottolineare anche un altro aspetto importante che i due presidenti non dicono ma fanno capire: nessuna caccia al tesseramento sfrenato per poter dimostrare d’avere più numeri dell’altra società, fenomeno purtroppo tipicamente italiano in tutti gli sport e in tutte le località. La rivalità cede il posto alla convivialità. Collaborare, quindi, nel rispetto delle proprie identità sociali: 50% agonismo e 50% cicloturismo; 50% ragazze e 50% ragazze dove la parità di genere non è più un concetto astratto.

Non c’è neanche la miopia di fermarsi all’aspetto sportivo ma la lungimiranza di far capire come lo sport possa essere elemento trainante di una vita salubre. Le due società hanno già effettuato insieme una diretta sulla piattaforma zoom con il dottor Ronca: “Come nutrirsi correttamente durante gli allenamenti”. Quello dell’alimentazione è stato il primo di altri appuntamenti che verranno comunicati sulle pagine Facebook delle rispettive società e sulla Pavind Bike App.