Prestigio, 14 amatori si possono già vantare del titolo di “Prestigiosi”. Scopri chi sono

Prestigio
La Gran Fondo Strade Bianche è stata la corsa più gettonata dei primi due mesi del Prestigio di Cicloturismo
Tempo di lettura: < 1 minuto

Il Prestigio di Cicloturismo 2024 si avvia verso la sua conclusione. Ben undici gli appuntamenti già svolti e solo tre quelli ancora da vivere: la Maratona delle Dolomiti-Enel (il 7 luglio), la 5Mila Marche (il 22 settembre) e la Tre Valli Varesine (il 6 ottobre). Per chi avesse disputato almeno tre delle precedenti Gran Fondo, c’è ancora la speranza di arrivare alla fatidica quota sei e vedersi assegnato l’ambito riconoscimento di “Prestigioso”. Qualcuno, però, è già stato capace di raggiungere il traguardo e può già sfoggiare questo titolo.

Chi sono i 14 “Prestigiosi”?

Dodici uomini e due donne sono già riusciti a centrare l’obiettivo. In cima alla classifica troviamo Roberto Cobellini (S.S.D. Pedale Feltrino) il quale ha corso addirittura 8 delle 11 gare appartenenti al Prestigio già andate in scena (6 tra quelle di diritto e 2 tra le “Fai da te”). Al suo inseguimento a quota 7 ci sono Filippo Ciani (Il Branco A.S.D.), Roberto Rollino (A.S.D. Team Fantolino), Davide Zibordi (S.S.D. Pedale Feltrino). Tutti con la formula 6+1.

Dietro il gruppone degli altri “Prestigiosi” con 6 Gran Fondo corse. Questo traguardo, però, è stato raggiunto in tre modi diversi. Andrea Boggi (A.S.D. Sillicagnana), Vittorio Branchetti (Plauto Bike), Enrico Cingolani (A.S.D. Cassinis Cycling Team), Stefania Falsini (Gruppo Sportivo Terralba Arenzano), Pietro Fumagalli (Bici Club 2000), Stefano Lugli (A.S.D. G.S. Sportissimo) e Federico Massi (A.S.D. G.S. Sportissimo) totalizzando 5 gare di diritto e una “Fai da te”. Eloisa Mustafa (A.S. Roma Ciclismo SSDRL) e Giancarlo Pizzolotto (A.S.D. Ciclisti Selvazzano) con la formula 4+2. Mentre il solo Giuseppe Ramon Rinaldi (Trealbe A.S.D.) ha scelto di fare solo Gran Fondo di diritto.