Atlante del Bike Toscana: in anteprima al Travel Experience di Rimini, 149 itinerari

Cicloturisti sui percorsi della Toscana
Tempo di lettura: 2 minuti

La Toscana presenta “L’Atlante del Bike Toscana”, un viaggio che racconta l’infinita bellezza della regione tra borghi, coste, dolci colline ed emozionanti montagne da percorrere in bicicletta. Scopritelo insieme a noi, su quicicloturismo.

Un invito a pedalare in equilibrio con se stessi grazie ad una rete di percorsi cicloturistici ed itinerari mappati per circa 20.000 km

Il bike è sicuramente uno dei principali attrattori dell’offerta turistica toscana per questo l’Agenzia Toscana Promozione Turistica con Fondazione Sistema Toscana, insieme all’Assessorato al Turismo, hanno lavorato di concerto con gli ambiti territoriali per costruire un atlante della Toscana ciclabile, partendo dall’analisi degli itinerari esistenti.

Atlante del Bike Toscana: 149 percorsi da scoprire con Visit Tuscany

Da oggi 149 di questi percorsi sono visibili e fruibili su VisitTuscany.com alla pagina https://www.visittuscany.com/it/temi/in-bicicletta/ con un format omogeneo e armonizzato, di facile consultazione, con uno stile narrativo, per poter organizzare una vacanza sulle due ruote.   

Il loro inserimento sul portale ufficiale della destinazione Toscana è un work in progress e andrà avanti nei prossimi mesi: tutti i percorsi cicloturistici mappati saranno infatti inseriti progressivamente grazie al contributo e lavoro degli ambiti turistici. 

Dalla Val d’Orcia alla Maremma, dal percorso dell’Eroica alla Costa degli Etruschi, passando per i luoghi della Via Francigena, dal mare alle colline con una rete di percorsi adatti sia a bici da strada, mountain bike, gravel, oltre che alle e-bike.

La bellezza della Regione Toscana a portata di pedale, grazie a numerose proposte adatte ad ogni tipo di preparazione e di bicicletta, con percorsi di diverse lunghezze e difficoltà altimetriche e itinerari lineari da fare a tappe e in più giorni ed altri ad anello in escursione giornaliera. 

 Un invito, dunque, per scoprire il patrimonio regionale fatto di città d’arte, borghi autentici, natura incontaminata, mare, montagna, enogastronomia ed artigianato grazie alla rete di percorsi che si trasforma in un ecosistema di luoghi, di sapori e di esperienze in bicicletta.