Sportful Dolomiti Race 2023, boom boom con già 1000 iscritti e Piol esulta: «I ciclisti premiano la nostra affidabilità»

Ivan Piol e Anna Valerio, gli organizzatori degli eventi firmati Sportful
Tempo di lettura: 2 minuti

Malgrado il periodo difficile i granfondisti hanno tanta voglia di pedalare lungo le salite delle Dolomiti Bellunesi. Lo dimostrano le 1005 iscrizioni alla 28. Sportful Dolomiti Race 2023 giunte alla segreteria del Pedale Feltrino lunedi allo scattare delle 12.30 con l’apertura delle iscrizioni.

In un’ora scarsa la Griglia del Lupoformata dai primi 500 iscritti, era già al completo. Ma le iscrizioni stanno continuando in queste ore (chiuderanno il 5 giugno 2023) e al momento di scrivere il comunicato il registratore segnava 1.005 iscritti.

Sportful Dolomiti Race 2023, la carica di Ivan Piol: «Siamo molto contenti e sorpresi da questi numeri»

 “Quest’apertura delle iscrizioni era per noi anche un test anche per capire com’era la tendenza in previsione del 2023 – confessa Ivan Piol, presidente del comitato organizzatore – eravamo un po’ non dico preoccupati ma in attesa di capire come si sarebbero orientati i partecipanti. Siamo rimasti molto contenti e per certi versi sorpresi delle numerose adesioni. Per noi sono numeri importanti, in un’ora abbiamo esaurito i 500 pettorali della Griglia del Lupo. Credo che la mia previsione secondo cui si va verso una selezione degli eventi più rappresentativi e che hanno un connubio qualità /prezzo elevato è corretta e conferma che la formula giusta su cui abbiamo puntato è giusta, i granfondisti ci stanno premiando in questo momento e speriamo di avere numerose altre adesioni da qui alla fine di maggio”.

La Sportful Dolomiti Race 2023 si correrà domenica 18 giugno con partenza e arrivo a Feltre, due i percorsi a disposizione dei ciclisti: il Gran Fondo di 204km e quasi 5.000m di dislivello con Cima Campo, Passo Manghen, Passo Rolle e Passo Croce d’Aune da scalare; il Medio di 120km e quasi 3.000 m di dislivello con Cima Campo, Passo Brocon (dalla Val Malene), muro di Ronche-Rugna a Lamon e Passo Croce d’Aune da affrontare.  

Ed è proprio per capire se mantenere il terribile muro di Ronche – Rugna che è stato oggetto di un sondaggio nei profili social. Il comitato organizzatore ha chiesto ai ciclisti se mantenere gli 800m con punte al 22% di pendenza e gli spingitori del gruppo Draghi rugby ad aiutare chi è piu in difficoltà o optare per una variante più leggera. Un dubbio risolto in 24h dal 64% dei ciclisti che al quesito “lo volete nel 2023?” ha risposto “Assolutamente si”, mentre il 36% ha risposto “No, ci tengo alle mie gambe!” ….quindi vox populi: il muro di Ronche-Regna aspetterà i granfondisti che faranno il Medio anche il 18 giugno 2023!