Rinasce il brand FMoser: tradizione e modernità si uniscono in un telaio davvero unico

FMoser
La FMoser con brevetto Dual Mode System
Tempo di lettura: 3 minuti

Chi più di Francesco Moser ha contribuito all’evoluzione tecnologica nel mondo del ciclismo? Tutti ricordiamo i prototipi di FMoser, il suo brand, che divennero celebri per i grandi successi in pista, su tutti quei due Record dell’Ora, uno dopo l’altro nel giro di pochi giorni, fissati a Città del Messico nel 1984.

FMoser

Moser non vuole fermarsi qui e seguendo le ultime tendenze dei mercati, ha deciso di far rinascere il marchio che porta il suo nome, avvalendosi del supporto e del know-how di FanticMotors. Insieme hanno realizzato un prodotto davvero innovativo che coniuga tradizione e modernità. Una bicicletta ibrida e in carbonio che può trasformarsi in pochi minuti da un telaio tradizionale a una e-Road davvero competitiva.

Noi l’abbiamo provata, ma per il collaudo completo dovrete aspettare ancora un po’. Potrete leggere il test sul numero di Cicloturismo di agosto! Intanto ecco un assaggio di quello che andremo a scoprire…

Il brevetto Dual Mode System sulla FMoser

Tre anni di sviluppo hanno infatti portato alla nascita di un brevetto esclusivo, il Dual Mode System. Il telaio è stato modificato attraverso un triangolo ridotto e un downtube più alto appositamente per permettere l’estrazione o l’inserimento della batteria in modo semplice e veloce.

FMoser

Una volta inserita la batteria da 250 Wh e realizzata con 20 celle Samsung (tra le migliori attualmente presenti) si uniscono i connettori e si chiude la cover in plastica che protegge da fango e detriti. FMoser mette a disposizione due ruote: una Vision tradizionale e una con motore FSA HM1 Hub Motor sul mozzo. A seconda dell’utilizzo si monterà una o l’altra ruota.

La Power Unit è in grado di sviluppare 42 Nm di coppia attraverso cinque livelli di assistenza, gestibili dal comando remoto integrato nel tubo orizzontale. Si va dalla modalità “eco” (verde) a quella “boost” (rosso). Chiaramente più sarà alto il livello di assistenza, minore sarà la durata della batteria. Ecco perché FMoser ha pensato anche a un range extender di ulteriori 250 Wh per chi vuole avere uscite più lunghe.

FMoser

Il sistema completo è stato sviluppato da FSA completamente in Italia, così come la produzione delle batterie e il sistema di gestione, per avere la possibilità di essere estremamente flessibili con le esigenze dei vari marchi. Rimuovendo motore e batteria, tempo stimato di circa tre minuti, la bicicletta passerà a una tradizionale dalle geometrie endurance e dal peso inferiore a 7,5 chilogrammi.

FMoser

Versioni e prezzi

La nuovissima FMoser è disponibile in diverse versioni. Troviamo l’allestimento strada con quattro trasmissioni, FSA K Force WE, SRAM Red eTap AXS, SRAM Force eTap AXS e SRAM Rival eTap AXS, ma anche quello gravel. Le geometrie e le forme del telaio non cambiano, ma la componentistica si: ecco allora le due versioni con Force Gravel e Rival Gravel.

I prezzi di listino al pubblico oscillano tra i 5.690 e i 11.490 euro (IVA inclusa). Due le colorazioni: Black Silver e Iridescente. Nella singola colorazione Sage Green per il Gravel con prezzi di listino al pubblico dai 5.490 ai 6.490 euro (IVA inclusa).

www.fmoserbikes.com