Gran Fondo Nibali: Marche e ciclismo, continua il binomio vincente nel “Paradiso del Bike”

La Regione Marche si sta preparando a festa in vista della Gran Fondo Nibali – 5 Mila Marche Randonnée 2021. Dal 15 al 17 ottobre il ciclismo al centro nel Paradiso del Bike (foto: Press Office Nibali 5Mila Marche)
Tempo di lettura: 3 minuti

La Regione Marche si sta preparando a festa in vista della Gran Fondo Nibali – 5 Mila Marche Randonnée 2021. Ormai manca sempre meno, perché il weekend del 15-17 ottobre 2021 si avvicina inesorabile. Saranno tre giornate all’insegna della bicicletta, del divertimento e della scoperta di un territorio che ha tanto da dare a tutti gli appassionati di ciclismo. Porto Recanati (Macerata) sarà il quartier generale dell’evento, ma tutte le Marche, dal mare all’entroterra, saranno invase di cicloturisti.

Il turismo outdoor rappresenta uno dei punti fondamentali attraverso cui passano la valorizzazione ed il rilancio della nostra regione, già duramente provata prima dal sisma, poi dal Covid – spiega l’Assessore regionale delle Marche con delega al bilancio ed alla ricostruzione post sisma, Guido Castelli, che si è incaricato in prima persona di seguire lo sviluppo della GF Nibali -. La ricchezza di scorci magnifici, dove riscoprire il rapporto con la natura in maniera ‘slow’, è prodromica ad una fruizione del territorio basata sulle due ruote: non solo biciclette da strada e mountain bike, ma anche bici elettriche per muoversi tra mare, montagne, colline, boschi. Tutto ciò è sfociato nel progetto “Marche Outdoor”, che gode di grande attenzione non solo tra turisti e visitatori ma anche tra gli stessi marchigiani, sempre più orientati verso una cultura che punta su ‘green’ e sostenibilità. In tal senso la Gran Fondo Nibali – 5 Mila Marche rappresenta la punta di diamante di un percorso di crescita in grado di dare ulteriore lustro alla nostra proposta, sempre più vocata ad uscire dai confini nazionali“.

Gran Fondo Nibali: nel Paradiso del Bike tre giorni da favola

Una Regione ricca di storia, che si traduce nelle architetture dei suoi borghi di origine medievale dislocati sulle colline dell’entroterra, le vette dei Monti Sibillini e l’incantevole costa adriatica che si estende per 180 chilometri, con fantastici promontori rocciosi e distese di sabbia finissima. Il ciclismo professionistico ha imparato a conoscerla con la Tirreno-Adriatico, prestigiosa corsa a tappe di una settimana appartenente al circuito WorldTour, e con le varie tappe ospitate ogni anno per il Giro d’Italia.

Con la GF Nibali, però, il focus si sposta anche sul cicloturismo, con un testimonial d’eccezione come lo “Squalo” – vincitore di due Giri d’Italia, un Tour de France, una Vuelta a España e una Milano-Sanremo, solo per citare alcuni dei suoi successi più importanti – a dare ancora più prestigio all’evento: “Vincenzo Nibali è uno dei fuoriclasse indiscussi dello sport mondiale. Si è da subito innamorato del nostro “Marche Outdoor”, mostrando grande interesse e partecipazione, caratteristiche tipiche dei veri campioni – continua l’Assessore Castelli -. Naturale conseguenza è stata chiedergli di diventare testimonial del progetto, ruolo che ha accettato con entusiasmo, nel quale è stata inserita anche la Gran Fondo Nibali – 5 Mila Marche. Si tratta del primo grande evento triennale di cicloturismo della nostra regione, di cui andiamo estremamente fieri“.

La bicicletta è parte integrante del futuro delle Marche: “La pandemia ha sicuramente cambiato lo stile di vita di tutti e, ovviamente, anche il modo di rapportarsi con la pratica sportiva – conclude l’Assessore della Regione Marche -. Discipline come ciclismo e mountain bike sono sicuramente tra quelle più in crescita perché consentono di fare attività all’aria aperta – e quindi in sicurezza – e al tempo stesso (ri)scoprire luoghi e paesaggi. Non solo, però, perché abbiamo registrato un netto aumento anche nell’utilizzo della bici per muoversi in città, un trend che ci spinge ad ampliare la già fitta rete di piste e percorsi ciclabili presenti nelle Marche“.