Il Cyclotour du Léman finalmente in programma a ottobre

Due appassionati durante l'ultimo Cyclotour du Léman
Tempo di lettura: 2 minuti

Spostato a causa della pandemia dalla primavera inoltrata all’autunno, il Cyclotour du Léman va in scena domenica 10 ottobre sulle strade che costeggiano il grande bacino diviso tra Svizzera e Francia. E’ un evento di grande interesse, rigorosamente cicloturistico, che richiama appassionati da tutt’Europa e persino da alcuni Paesi dell’Asia e dell’Oceania. Per quest’edizione, la diciottesima, è stato fissato un tetto di 3.000 partecipanti per poter rispettare le regole anti Covid.

La manifestazione, partenza (ore 7.30) ed arrivo a Losanna (place de la Navigation), consiste nell’intero perimetro del Lago Lemano (noto anche come Lago di Ginevra), 176 chilometri senza grandi difficoltà altimetriche (dislivello totale di circa 900 metri), un pittoresco itinerario che attraversa la regione vitivinicola del Lavaux, lambisce il maestoso Castello di Chillon e l’enorme fontana di Ginevra (getto d’acqua di 140 metri di altezza).

Tutti i finishers riceverà un attestato con il tempo impiegato, ma dovranno transitare entro le ore 10.15 dal “cancello” di Evian ed entro le ore 12.48 da quello di Pregny-Chambésy. In caso contrario saranno portati al traguardo su una delle auto-scopa in servizio.

E’ previsto anche un percorso ridotto, 112 chilometri con 640 metri di dislivello totale, con partenza da Evian (ore 7.50) e arrivo a Losanna.

Sino a venerdì 8 ottobre la quota di partecipazione è fissata in 99 franchi svizzeri. Per chi si iscriverà sul posto sarà invece di 109 franchi. Comprende il pacco-gara, la maglia ufficiale del Cyclotour; il diploma di finisher; l’assistenza tecnica ed i ristori (alla partenza, all’arrivo e lungo il percorso). 

Informazioni: https://cyclotour.ch/