Grande festa alla Gran Fondo Segafredo Asolo dopo più di un anno di stop

Il podio maschile della Gran Fondo Segafredo Asolo
Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo 16 mesi di stop forzato, sabato 4 settembre è tornata la Gran Fondo Segafredo Asolo, manifestazione ciclistica che ha portato circa 1.000 amatori a pedalare su e giù tra le colline asolane e i vigneti di Valdobbiadene. La partenza è avvenuta da Casella d’Asolo alle 7.30 e l’arrivo in Foresto Nuovo alle porte del centro storico di Asolo dopo 107 chilometri e 1.300 metri di dislivello con passaggi tra Valdobbiadene, il ponte di Fener nel Bellunese, Forcella Mostaccin.

Il meteo spettacolare ha reso la giornata un’autentica festa dello sport all’insegna del ciclismo e di un tentativo di ritorno alla normalità.

La cronaca della gara

La gara è stata letteralmente dominata dal trentino Andrea Pisetta (team Sildom Garda), reduce dalla vittoria in un’altra Gran Fondo domenica scorsa. Scattata la bandiera a scacchi, sventolata da Luca Baraldi (amministratore unico di Segafredo Grandi Eventi), dopo pochi chilometri Andrea ha preso il largo macinando minuto dopo minuto un consistente vantaggio sugli inseguitori. La voltata per il secondo posto è stata del fiorentino Federico Pozzetto (Dipa Falasca) sul trevisano Alessandro Bianchin (Spezzotto). Pisetta ha chiuso in 2h49’ bruciando ogni record della manifestazione (nel 2019 Enrico Zen aveva vinto chiudendo in 2h56’).

Scaglionato l’arrivo del podio femminile con i primi due gradini tutti trevigiani. Vince Valentina De Pizzol (Fausto Coppi), seconda Serena Merotto e terza la padovana Annalisa Mondi.

Al via oltre 200 trevigiani con Il Team di Fausto Pinarello che ha dominato la classifica per società (gruppo più numeroso) chiudendo così in bellezza l’ultima tappa del Grand Prix Maglia Nera by Pinarello, circuito di eventi amatoriali dedicati alla memoria del papà, la maglia nera più famosa del Giro d’italia, Giovanni Pinarello.

E domenica la pedalata gourmet

Dopo le fatiche della Gran Fondo Segafredo Asolo, domenica mattina si è svolta la Segafredo Gourmet, una ciclopedalata di circa 30 chilometri con partenza e arrivo nella suggestiva Villa Guillion – Mangilli alle porte di Montebelluna. Al via tanti appassionati tra cui l’inossidabile Francesco Moser.

Francesco Moser durante la pedalata della domenica (Foto. Granfondo Segafredo Asolo)